Perchè è importante la disinfezione degli ambienti

Disinfezione

Il termine “disinfezione” in alcuni casi viene utilizzato in modo erroneo, in quanto viene confuso con “pulizia”. In realtà la definizione è ben più precisa e le due operazioni presentano delle differenze. La prima infatti consiste nella distruzione di batteri e germi presenti nell’ambiente, con la possibilità di eliminare del tutto la loro proliferazione e di conseguenza, il rischio di contagio. Soprattutto con l’arrivo della pandemia e la diffusione del Covid, la pulizia e la disinfezione sono diventate di fondamentale importanza per gli ambienti pubblici e privati, proprio perché queste due fasi permettono di ridurre la possibilità di contagiarsi e in più rendono il luogo privo di agenti patogeni per la salute umana e/o animale.


Disinfezione definizione e caratteristiche principali

Prima di spiegare le motivazioni per cui la disinfezione degli ambienti è di fondamentale importanza, è bene indicare una definizione corretta del termine e sottolineare le differenze con “pulizia” e “sanificazione”.

Per quanto riguarda la prima, questa è un’operazione in cui si adoperano degli elementi disinfettanti, da cui ne deriva la denominazione “disinfezione”, al fine di eliminare la presenza di germi e batteri nell’ambiente. Per la precisione, i detergenti che vengono utilizzati possono essere di natura chimica, ma anche fisica, come ad esempio il calore. Il loro scopo non è solo quello di provvedere alla distruzione di agenti patogeni, ma anche quello di ridurre il carico di microbi oppure inattivarlo. Tali agenti disinfettanti devono essere passati sulle superfici e anche sugli oggetti, al fine di svolgere un’operazione di disinfezione completa e del tutto sicuro per la salute umana e animale.

La fase in questione deve essere sempre preceduta dalla “pulizia”, che consiste invece nella rimozione delle tracce di sporcizia presenti in un determinato ambiente. Tale operazione infatti deve essere svolta prima della disinfezione, perché in questo modo non si rischierà di compromettere il buon esito di quest’ultima. La pulizia inoltre ha come obiettivo principale quello di rimuovere i residui di sporco visibile, come ad esempio strati di polvere, grasso, liquidi, ma anche materiali organici. Non ha quindi il fine di eliminare gli agenti patogeni, come la disinfezione.

Oltre a questo, la fase in questione può essere svolta sia in modo manuale, sia tramite l’impiego di macchinari appositi. È bene dare anche una definizione corretta di “sanificazione”, termine che tra l’altro viene ancora oggi impiegato spesso, soprattutto quando si parla di igienizzazione degli ambienti in cui vi è stato un contagio da Coronavirus. Tale processo è l’insieme delle operazioni di detersione e di disinfezione e il suo obiettivo è quello di eliminare il carico microbico, servendosi di particolari agenti disinfettanti. Con i comuni detergenti infatti non si riuscirebbe a raggiungere uno scopo del genere. Anche in tal caso però si deve fare una precisazione: la sanificazione non mira obbligatoriamente alla distruzione dei batteri e germi, ma è importante che il suo svolgimento riesca almeno a riportare la loro presenza e quantità a determinati standard che rientrano nella normalità.

Di conseguenza, dopo aver sanificato un ambiente, quest’ultimo deve avere un carico microbico pari a zero o almeno che non sia dannoso per la salute umana.


Perché è così importante la disinfezione negli ambienti

La disinfezione è di fondamentale importanza negli ambienti, in quanto permette di sanificare al meglio il luogo, riportando la presenza di eventuali germi e batteri a un livello normale e per nulla rischioso per la salute dell’uomo e/o per quella animale. Con l’operazione in questione, il rischio di contrarre malattie contagiose sarà ridotto e molto basso o addirittura nullo. Proprio nel periodo in cui è scoppiata la pandemia di Coronavirus, le disinfezioni e sanificazioni sono aumentate e vengono svolte non solo se in un determinato ambiente viene comunicata la presenza di contagi, ma anche con una certa periodicità.

La motivazione principale per cui è importante la disinfezione è quindi quella di garantire la sicurezza per ogni persona e bloccare il proliferare non solo della pandemia, ma di qualsiasi rischio per la salute. In più esistono altre ragioni da considerare: un ambiente pulito non solo è più sicuro, ma presenta anche un aspetto migliore, garantisce una sicurezza anche a livello mentale per chi rimane al suo interno, per chi vi lavora o per chi vi sosta momentaneamente. Questo potrebbe ripercuotersi anche sulla stessa persona, che lavorerebbe in modo più soddisfatto o si assenterebbe anche meno volte per malattia, o la struttura avrebbe un maggior numero di clienti, quindi tutti questi elementi potrebbero portare conseguenze positive sull’umore, ma anche ripercussioni vantaggiose a livello economico.


Come avviene la disinfezione e quali sono i prodotti che si possono usare

I prodotti che si possono usare per garantire una disinfezione idonea, sono diversi e variano a seconda del tipo di ambiente in cui si deve effettuare l’operazione. Principalmente e soprattutto negli ultimi tempi, gli agenti disinfettanti che si possono usare sono vari. Tra questi vi è il calore e per fare un esempio concreto, i tessuti come lenzuola e tovaglie dovrebbero essere lavate a circa 90° C, se la stoffa non rischia di danneggiarsi. In alternativa, possono essere deterse con acqua e candeggina. Per quanto riguarda invece le superfici degli ambienti, ci sono altre soluzioni, come l’ozono, che permette di eliminare gli agenti patogeni, ma anche l’ipoclorito di sodio, che va miscelato in acqua e la percentuale di cui poter usufruire è compresa tra lo 0,1% e lo 0,5%. In alternativa, si può anche adoperare etanolo, che deve avere una concentrazione compresa tra il 62% e il 75% e il perossido di idrogeno, che deve mantenere invece una percentuale dello 0,5%. Un altro elemento da sottolineare riguarda la necessità di contattare personale specializzato, al fine di svolgere operazioni del genere, a meno che non si sappiano miscelare al meglio le concentrazioni dei prodotti, non si conoscano già come vadano utilizzati e le loro eventuali conseguenze dannose. Per evitare rischi e l’insorgenza di problematiche, per effettuare disinfezioni degli ambienti, è sempre opportuno rivolgersi solo ed esclusivamente a dei professionisti, che infatti svolgeranno al meglio il tutto, senza che vi saranno rischi di alcun tipo e il risultato sarà eccellente.

Il nostro personale qualificato è sempre pronto a soddisfare ogni esigenza. Contattaci.